juice-2902892_960_720.jpg

E’ buona cosa pensare alla Prevenzione naturale prestando molta attenzione ad una corretta alimentazione ricca di frutta e verdura. Consumare estratti che concentrano vitamine e sali minerali, molto salutari ed energizzanti per il corpo.

Mantenere sempre i muscoli tonici ed elastici con un po’ di attività fisica e stretching giornaliero.

Alleggerire i pensieri con un qualche esercizio di meditazione quotidiano, per favorire una respirazione profonda e sana.

Sviluppare pensieri positivi e ringraziare ogni giorno per una piccola cosa, può favorire l’instaurarsi di uno stato di benessere interiore in grado di affrontare le difficoltà quotidiane.

E’ importante che l’intestino e l’apparato digerente siano mantenuti in ottime condizioni partendo da una corretta igiene orale, dall’ utilizzo di fermenti lattici e drenanti idonei che favoriscono lo sviluppo di un buon sistema immunitario.

Tutte le mattine, utilizzare spray nasali, che mantengono pulita la mucosa e che svolgono un’azione antibatterica e antivirale, può aiutarci ad affrontare meglio gli eventuali patogeni maggiormente circolanti durante la stagione invernale.

In caso di esigenze particolari è opportuno l’utilizzo di integratori che favoriscono il potenziamento delle difese immunitarie, complessi vitaminici piuttosto che prodotti omeopatici o fitoterapici appositamente consigliati per il singolo individuo.

E’ importante avere consapevolezza e usare sempre cura e attenzione nell’assumere prodotti adeguati alle caratteristiche della persona.

Lo staff della Parafarmacia RB vi aiuterà ad individuare protocolli di Prevenzione personalizzati per raggiungere il massimo della forza fisica e del benessere mentale ed emozionale.

Meglio non farsi cogliere indifesi di fronte a virus e batteri!!!


blur-1867402_1280-1200x801.jpg

Da Lunedì 15 Marzo si ritorna di nuovo in Lockdown…che cosa decidiamo di fare?

Abbiamo due possibilità:

lamentarci e chiederci se è più o meno giusto, perché è di nuovo capitato a noi

oppure

decidere che possiamo fare qualcosa di diverso per noi stessi, come dedicarci a qualcosa che amiamo fare, che ci entusiasma e ci fa sorridere. Qualche esempio?

  • Cucinare qualcosa che ci piace per noi e per la nostra famiglia
  • Portare fuori il cane e fare una bella passeggiata all’aria aperta
  • Fare attività fisica
  • Dedicare pochi minuti alla meditazione

Come scrive Lucia Giovannini nel suo nuovo libro Il permesso di essere felice: “Quando svolgi un’azione che ti piace sale esponenzialmente la dopamina, ormone della ricompensa e della motivazione. La dopamina insieme all’endorfina, all’ossitocina e all’adrenalina sono le 4 droghe della felicità”.

Quando capiamo come funzionano e come attivarle, riusciamo a procurarci piccole dosi giornaliere di felicità. Che ne pensi di mettere in atto tutto ciò in un periodo come questo? Ti può essere utile?

Per approfondire il tema e scoprire come riattivare gli ormoni della felicità, ti consigliamo di consultare il seguente link: Come essere felici in 12 passi, nonostante tutto – Società & Diritti – ANSA.it

 


lotus-1205631_1280-1200x800.jpg

I grandi maestri , i saggi, gli illuminati asseriscono che il dolore non è di per sé negativo, che è un insegnamento per la nostra crescita, che dobbiamo lasciarcene attraversare , osservarlo e lasciarlo andare.

Eppure, quando attraversiamo periodi difficili e il dolore sembra essere una presenza costante delle nostre giornate , è difficile vedere che in quello che stiamo affrontando ci sono ricchezza e crescita.
Spesso, anzi, ci sentiamo fragili e ci sembra di non avere strumenti per affrontare pienamente la realtà senza lasciarcene sopraffare o distruggere.
Certi giorni o mesi, talvolta perfino anni , ci appare di essere dominati da emozioni struggenti, pensieri cupi e possiamo anche essere così coinvolti, così identificati con il nostro corpo e la nostra mente da dimenticare che il nostro essere è qualcosa di separato. L’identificazione con il corpo può portare, come risultato, alla comparsa di disturbi fisici che possono dominare l’intera nostra esistenza.
Cerchiamo una soluzione rifugiandoci nella routine, la svolgiamo in maniera così efficiente, che non ci occorre alcuna consapevolezza per espletare le nostre mansioni. Si tratta di azioni automatiche: funzioniamo come automi.
Eppure non siamo macchine, siamo donne e uomini. In noi c’è un’ Anima.
Meritiamo molto più che sofferenza e azioni meccaniche.
Al di sopra della nostra mente cosiddetta cosciente, esiste la vera mente cosciente: la si raggiunge grazie alla Meditazione.
Ciascuno di noi può farlo, non occorrono particolari doti fisiche o psichiche, non occorre aver studiato nulla o avere a disposizione molto tempo libero.
Meditare è semplicemente spostare la nostra attenzione dai problemi che ci affliggono , dalla routine che ci disumanizza al nostro respiro, all’osservare il nostro corpo mentre l’ aria entra ed esce da noi. Questo ci porta nel Qui ed Ora, nel momento Presente dove l’ unica cosa davvero necessaria è respirare.

Nessuna pressione. Nessuna aspettativa. Nessun dolore. Un Non-Tempo di Pace e Silenzio.
Questo è il primo passo.

Sara Circhirillo – Naturopata
Si riceve su appuntamento, tel: 3392923261
Centro Eter, via Torino 67, Moretta


worried-girl-413690_1280-1200x800.jpg

Il pensiero che ci dà sofferenza è il prodotto automatico della tensione registrata nella memoria.
Di fatto interpretiamo continuamente gli accadimenti della nostra vita, costruiamo sui fatti dei pensieri o racconti mentali che, quando sono negativi, generano sofferenza emotiva e modificano il nostro umore rendendolo ansioso o depresso.

Immaginate di andare al cinema. Dal vostro posto in platea guardate lo schermo davanti a voi. C’è una storia, ci sono personaggi che interagiscono. E voi, seduti in platea, piangete. Ciò che accade sullo schermo vi appare vero ed è per questo che le vostre lacrime e le vostre emozioni sono altrettanto vere. La sofferenza è reale, le lacrime sono reali. Ma, se vi avvicinate allo schermo per toccarlo, non vedete persone reali”.

Come afferma Thich Nhat Hahn, maestro Zen di origine vietnamita, i nostri ricordi ci possono provocare vero dolore sia sul piano fisico che emotivo. Risulta quindi fondamentale distinguere il mondo della realtà da quello della mente: il mondo della realtà è reale, quello della mente non è reale.
Non possiamo modificare gli accadimenti, mentre possiamo lavorare sui pensieri e sull’esperienza.
La pratica quotidiana della consapevolezza può essere di enorme aiuto.  Cominciando con il respiro consapevole e la pratica della presenza mentale, saremo in grado di affrontare qualsiasi cosa troveremo sul nostro cammino.

Ma come possiamo trasformare i pensieri che ci tormentano in pensieri funzionali alla nostra vita e alla nostra serenità?

  1. Concentra la tua attenzione sul mondo che ti circonda: scoprirai che in esso ci sono mille meraviglie che non hai mai notato. Quando osservi veramente e con attenzione, smetti di pensare. La MEDITAZIONE genera in te una grandissima virtù: l’ACCETTAZIONE.
  2. Rivolgi l’attenzione al tuo corpo. Concentrati sul tuo respiro e rilassati.
  3. Rivolgi l’attenzione alla tua mente. Se impari ad osservare il tuo pensiero, questo flusso rallenta sempre più, fino a fermarsi.

Nel Centro Eter vengono organizzati periodicamente incontri volti al tuo benessere psicofisico, a breve nuove date e programmi per l’autunno 2017!


logo_parafarmaciareb_moretta_orizzontale_footer

Parafarmacia RB di Reviglio Maria Francesca & C. SAS Via Torino, 67, 12033 Moretta Cuneo

PARAFARMACIA_INTERNO_MORETTA_FOOTER

Novità

Parafarmacia Reviglio Maria Francesca & C. SAS - partita iva 03161130046

Privacy Policy