LA PREVENZIONE CON FIOCCHI E …FORCHETTE!

carrot-1085063_1920-1200x793.jpg

La tavola rappresenta da sempre un momento di convivialità e condivisione; piccoli attimi di una quotidianità ormai frenetica dove possiamo riunirci con i nostri affetti.

Troppo spesso però viene data poca importanza alla qualità di ciò che abbiamo nel piatto, con inevitabili conseguenze come i chili di troppo che si traducono poi in diete restrittive e poco equilibrate.
Oltre al problema  “bilancia”, c’è però un’altra conseguenza su cui vi invito a riflettere, ben più grave e visibile nel lungo periodo: gli effetti sulla salute. Un’ alimentazione sbagliata è fortemente correlata con lo sviluppo di numerose patologie: l’ipertensione arteriosa, il diabete, problematiche cardiovascolari, tumori, osteoporosi, giusto per citarne alcuni.
Data la premessa è quindi ovvio che dovremmo preoccuparci sin da subito del nostro benessere e utilizzare tutte le armi a nostra disposizione per prevenire condizioni future poco piacevoli. Uno di questi strumenti a disposizione di tutti è sicuramente l’alimentazione. Ecco allora alcuni piccoli consigli per imparare a gestire le nostre scelte a tavola in un’ottica di prevenzione.

Iniziamo con il dire che nessun cibo deve essere completamente bandito e che, come disse Paracelso molti anni fa, è la dose che fa il veleno. Molto più importante è la qualità del cibo. In questo senso la dieta mediterranea, patrimonio immateriale dell’Unesco, ci offre le basi per capire quali alimenti introdurre con quotidianità e quali invece sono da limitare.
Non facciamo mai mancare frutta e verdura, avendo cura di scegliere prodotti freschi, locali e di stagione.
Cerchiamo poi di avere la giusta energia per affrontare gli impegni della giornata e quindi largo spazio ai prodotti che il terreno ci offre: i cereali. Abbandoniamo però il vecchio concetto di pasta e pane raffinati a pranzo e cena ma optiamo per prodotti integrali, ricchi di fibra che aiuta anche il nostro transito intestinale, e riscopriamo i prodotti delle nostre terre. In Italia, infatti, oltre al grano esistono innumerevoli altri cereali come l’orzo, il farro, il riso e nei supermercati sono ormai reperibili anche cereali alternativi come quinoa, amaranto, grano saraceno etc…. Tutti questi rappresentano un’ottima alternativa alla pasta e al pane da noi comunemente utilizzati.
Vi invito anche a riscoprire i legumi (piselli, ceci, fagioli, lenticchie, fave). A differenza di come si pensa e di come siamo purtroppo abituati le lenticchie non si consumano solo a Capodanno o d’inverno ma si dovrebbero cucinare tutto l’anno, fonte di proteine vegetali così come gli altri legumi. Il mio consiglio? Due o tre volte a settimana provate ad abbinare un cereale e un legume (riso e piselli, pasta e ceci, pasta e fagioli, orzo e lenticchie): avrete fatto un piatto equilibrato, povero e gustoso allo stesso tempo.
Non dimentichiamoci poi dei prodotti animali: il pesce, la carne, le uova. Preferiamo pesci di taglia piccola, pescati e non allevati, carne bianca e uova (possibilmente di allevamenti non intensivi). Alterniamo quindi questi alimenti, facendo ricadere più volte possibile la scelta sul pesce, ricco di proteine, di grassi buoni (i famosi omega3) e di minerali preziosi.
Limitare invece la carne rossa, così come gli insaccati, ricchi di grassi “saturi” e quindi cattivi. Ricordiamoci poi di condire i nostri piatti con un buon olio extra-vergine di oliva, prodotto in Italia e possibilmente utilizziamolo a crudo sui nostri piatti. Oltre all’olio via libera anche a spezie ed erbe aromatiche, che permettono di diminuire l’introito di  sale.
E per i più golosi? I dolci certo non possono mancare ma preferiamo quelli fatti in casa o, se non è possibile, scegliamo i più semplici, preparati a partire da materie prime di qualità e a base di farine non raffinate. Anche il vino, se piace, non è bandito: 2-3 bicchieri al giorno per l’uomo e 1-2 per la donna possono essere sorseggiati senza problemi. Infine, abbiate cura di idratarvi correttamente e di praticare una regolare attività fisica.

Questi sono piccoli passi che permettono di non rinunciare al gusto e al piacere del cibo, nel rispetto anche delle nostre tradizioni, senza dimenticarci della salute, anzi, avendone cura ogni giorno.

Buona prevenzione a tutti!!

Dott.ssa Alessandra Miccono – biologo nutrizionista
Si riceve su appuntamento, tel: 3334185509
Centro Eter, via Torino 67, Moretta


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *


logo_parafarmaciareb_moretta_orizzontale_footer

Parafarmacia RB di Reviglio Maria Francesca & C. SAS Via Torino, 67, 12033 Moretta Cuneo

PARAFARMACIA_INTERNO_MORETTA_FOOTER

Novità

Parafarmacia Reviglio Maria Francesca & C. SAS - partita iva 03161130046

Privacy Policy